Archive for agosto, 2009

agosto 31, 2009

Un giorno a Bonifacio.

Ieri è stata una domenica indimenticabile.

Il viaggio per Bonifacio era un pensiero in cantiere da mesi, e andarci a fine agosto è stata una scelta perfetta.  Siamo partiti alle 6.30 da casa perché il traghetto partiva alle 8.00.
La giornata turistica non è iniziata come speravo. Io che mi ero immaginata i capelli al vento, e l’I-pod a tutto volume guardando il mare, ho passato cinquanta minuti tra nausea e voglia di scendere il più presto possibile!
Che brutto avere il mal di mare. Tutto avrei pensato, ma non un inizio così.

Finalmente si tocca la terra ferma.

Subito mi sono resa conto che la giornata sarebbe stata piacevole. La particolarità del paese non la rende soltanto caratteristica, c’è qualcosa che va oltre.
Bonifacio è un tuffo nel passato. È una fortezza antica, un bastione abbandonato. E vicoli stretti, case che sembrano inabitabili a noi che siamo abituati a vedere altro.

DSC00174

Gradini ripidi e infiniti, stenditoi dei panni fai da te.
Mi sono piaciuti i vicoli stretti e i panorami mozzafiato, ma ho pensato in tanti momenti a come sia la vita da quelle parti.
 
Ho apprezzato molto i negozietti e le botteghe, e mi sono divertita a comprare come una turista modello.
DSC00188
 

Non sono delusa della mia domenica turistica … Si capisce?
Annunci
agosto 25, 2009

Agosto multifunzione!

Quest’estate è stata rapida e indolore.

Ricordo lo scorso anno, in cui andavo al mare ogni weekend e pensavo solo ad abbronzarmi. Ero più spensierata, e mi godevo le novità del periodo. Lavoravo quanto c’era da lavorare, e mi cullavo nell’apatia.

Questo agosto l’ho sentito diverso da subito. Dopo che il 31 luglio ho finito con gli esami mi sono resa conto che la dinamicità non poteva rallentare di botto, e ho continuato per giorni e giorni a svegliarmi presto come se NON fossi in vacanza. Dopo un po’ ho staccato la spina dallo studio e mi sono sentita per la prima volta dopo mesi FELICE.

… felice di avercela fatta ….

… soddisfatta …

E così sono ritornata indietro nel tempo. Leggere, leggere, e poi leggere. E magari continuare a leggere per altre ore al giorno, ininterrottamente.

Sono andata in biblioteca e mi sono rifornita di libri impensabili, di quelli che non fanno parte dei miei soliti gusti scontati. E se a volte cambio look di capelli per una boccata d’aria fresca, quest’estate ho cambiato generi, titoli, autori letterari.
Mi fa bene! Mi da uno scopo quotidiano, e non mi fa pensare a che ne sarà di me fra qualche tempo.

E mi fa bene perché mi rende libera di rilassarmi fino a sorpassare la noia.

 

È un agosto di tante cose.

Di mare che visito ogni tanto, e serate con le amiche che mi rianimano quando ho poca voglia di parlare. Di Giornate diverse e piacevoli, e mini vacanze semplici ma speciali. È un agosto di lettura estrema fino a tarda notte, e di turni in bottega a ricordarmi il passato recente.

Una visita al Parco dell’Asinara che mi ha fatto innamorare del silenzio di quell’isola, e una sempre più vicina giornata in Corsica a ricordarmi quanto è bello muoversi.


Asinara

Ma è anche un agosto di pensieri e di agonie. Di tutti quei dubbi che mi fanno paura, e della voglia di avere la sicurezza che sto cercando.

… e delusioni aspettate e colte con indifferenza.

 

Quest’anno manca qualcosa dentro di me, e so che non la posso recuperare nemmeno se mettessi tutta l’energia che ho dentro.

Non mi dispiace sentire quest’ansia addosso, un giorno doveva arrivare!

agosto 8, 2009

STOP ALLA SVEGLIA!

Oggi sarà un sabato di lettura, e niente mare, niente festa, niente sabato modaiolo.

Non riesco più a svegliarmi in tarda mattinata, e mi ritrovo a passeggiare per le stanze in attesa di scegliere come rilassarmi meglio. C’è una possibilità di scelta? In questo momento una varrebbe l’altra, e non perché sono APATICA.
È solo che DEVO riposare cervello e corpo.
Devo svegliarmi senza mettere la sveglia. E guardare fuori dalla finestra senza pensare a niente.
Devo decidere se andare al mare oppure non farlo.
Né obblighi, né cose da fare per forza.
Devo ascoltare musica e inserire le canzoni nell’ipod.
Devo finire un libro che sto amando.
Ma soprattutto, DEVO continuare a stare in VACANZA.