I pesci non chiudono gli occhi

“Ti piace l’amore?” chiese guardando dritto di fronte, dove si alzava la fiancata di una barca colorata di bianco e di una striscia azzurra.
“Prima di questa estate lo leggevo nei libri e non capivo perché gli adulti si scaldavano tanto. Adesso lo so, fa succedere cambiamenti e alle persone piace essere cambiate. Non so se piace a me, però ce l’ho e prima non c’era.”
“Ce l’hai?”
“Si, mi sono accorto di avercelo. E’ cominciato dalla mano, la prima volta che me l’hai tenuta. Mantenere è il mio verbo preferito.
“Cose buffe dici. Sei innamorato di me?”
“Si dice così? E’ cominciato dalla mano, che si è innamorata della tua. Poi si sono innamorate le ferite che si sono messe a guarire alla svelta, la sera che sei venuta in visita e mi hai toccato. Quando sei uscita dalla stanza stavo bene, mi sono alzato dal letto e il giorno dopo ero a mare.”
“Allora ti piace l’amore?”
“E’ pericoloso. Ci scappano ferite e poi per la giustizia altre ferite. Non è una serenata al balcone, somiglia a una mareggiata di libeccio, strapazza il mare sopra,  e sotto lo rimescola. Non lo se mi piace.”

Erri De  Luca

I pesci non chiudono gli occhi 

Annunci

8 commenti to “I pesci non chiudono gli occhi”

  1. E’ bravo questo De Luca… e brava anche Scalza a proporcelo in lettura.
    Immedesimandomi nel personaggio, a me piace tanto l’Amore… ma forse sono ancora più ingenuo, dato che non mi curo tanto delle ferite che questo può alle volte portare.
    Però anche se le vedessi, non credo cambierei idea.

    Grazie ancora Scalza
    Johnatan

  2. Beh, come si fa a cambiare idea anche quando si è feriti dall’amore? In questo dialogo parlano due bambini di dieci anni. Avevano già capito che l’amore è l’unica cosa che conta in questa nostra vita, di qualsiasi amore si tratti.

    • Infatti… è un senso unico obbligato. Questi bimbi la sanno lunga… interessante anche come una fa la parte dell’entusiasta e l’altro faccia la parte di quello titubante. Mi ricordo il mio primo “amore”, anche se non so se lo era davvero: volevo solo essere “grande” e dare i baci “come i grandi”. Poi anni e anni dopo, mi sono innamorato… forse…

  3. Molto simpatica la chiusura “Non lo so se mi piace”…. a volte ce lo si chiede.
    Ma se ci penso ora mi viene subito in mente la canzone di Zucchero “Overdose d’amore” e… si: c’è bisogno d’amore!
    Ciao, un abbraccio!
    Claudio

  4. De Luca scrive come se dipingesse, i suoi libri sono acquarelli che affascinano e li leggo sempre con grande piacere. Questo forse l’ho apprezzato anche più degli altri perchè in certe pennellate ho ritrovato anche la mia adolescenza.

  5. Mi piace molto Erri De Luca, anche come persona. E’ duro e sensibile al tempo stesso come pochi sanno essere.

  6. Ehi topper, ci sono ci sono 🙂 Aspetto tempi migliori per concedermi post sereni e felici.
    Passo da te appena posso. In questo periodo non sono la migliore vedovascalza che hai conosciuto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: