Una moleskine per natale

Il natale è una festa deliziosa, sì.
Ci si coccola in famiglia, si capisce cosa ci rende felici e di cosa invece puoi fare a meno.
… perché è superfluo o perché anche se è importante non riesci a perdonare, a superare un rancore …
È una festa che da sempre mi fa sentire più ottimista, più speranzosa. Perché non credo che esista soltanto la bella faccia, il consumismo e l’ipocrisia. Io non credo che il natale sia solo questo. Per me significa amare la mia famiglia, spiare la faccia di mia madre mentre scarta il regalo che chiede da mesi, vedere mio fratello che organizza finti regali e sorprese ad effetto, fare una lista di libri da aggiungere alla mia collezione, pranzare con i famigliari acquisiti e fare gli auguri a due parenti contati. È uscire per le strade del mio paese e ascoltare le voce dei passanti, i loro sorrisi, i loro pacchetti.
Il natale per me è nascita. La nascita di del Signore, un amore che cresce, un’amicizia che si coltiva da tempo.
 
In questi due giorni di festa avevo intenzione di fare tante cose. Non ho fatto la metà delle cose a cui avevo pensato. Ho visto chi volevo vedere, aspetto chi non è qui con me, chi mi fa sentire la sua mancanza ogni minuto. Nel mentre penso alla mia vita, quella di ora, fatta di attimi da non perdere e destini che si prendono gioco dei miei sogni.
Rifletto su un lavoro, il primo, che comincerò domani, per poco tempo sì, ma comunque importante. Penso a questo pezzo di vita festiva in cui lavorare per la prima volta da laureata equivale a piegarsi, ad accontentarsi per qualsiasi cosa, a vivere nel limbo.
Un natale sereno, di speranza, in cui ci si sente fortunati ma allo stesso tempo ci si abitua a tenere da parte i propri sogni, a non scartarli.
 
Il natale è ricevere la mia prima moleskine e aspettare con ansia che arrivi gennaio per poterci scrivere sopra. Per poterci, almeno lì, scrivere i miei sogni.

Annunci

9 commenti to “Una moleskine per natale”

  1. almeno lì.

    hai ragione.

    i sogni non devono restare impacchettati.

    Quello che non ho – Fabrizio De Andrè

    Quello che non ho è una camicia bianca
    quello che non ho è un segreto in banca
    quello che non ho sono le tue pistole
    per conquistarmi il cielo per guadagnarmi il sole.

    Quello che non ho è di farla franca
    quello che non ho è quel che non mi manca
    quello che non ho sono le tue parole
    per guadagnarmi il cielo per conquistarmi il sole.

    Quello che non ho è un orologio avanti
    per correre più in fretta e avervi più distanti
    quello che non ho è un treno arrugginito
    che mi riporti indietro da dove sono partito.

    Quello che non ho sono i tuoi denti d'oro
    quello che non ho è un pranzo di lavoro
    quello che non ho è questa prateria
    per correre più forte della malinconia.

    Quello che non ho sono le mani in pasta
    quello che non ho è un indirizzo in tasca
    quello che non ho sei tu dalla mia parte
    quello che non ho è di fregarti a carte.

    Quello che non ho è una camicia bianca
    quello che non ho è di farla franca
    quello che non ho sono le sue pistole
    per conquistarmi il cielo per guadagnarmi il sole.

    Quello che non ho…

    gE(‘songlyrics’).innerHTML = gE(‘songlyrics_h’).innerHTML;
    if (typeof startSignatureInsert === ‘function’)
    {
    startSignatureInsert();
    }

     

  2. anche io ho una piccola moleskine dove annoto piccoli pensieri e piccoli avvenimenti…

    un Augurio di un sereno Natale e Buone Feste da trascorrere con le persone che ami.

  3. Mi immergo nella tua bellissima pagina.

    Il Natale e queste Feste, per me contano tanto…
    Mi attendono appuntamenti che sono incollati alla clessidra del mio tempo…

    ma…

    Come sono contento…come sono contento!
    Ho paura di dovere pagare questa mia contentezza.

    L'ultimo dell'anno verrà da noi mia figlia, mio genero e i nipotini.
    Si fermeranno un paio di giorni.
    A capodanno andranno a sciare, assieme a mia cognata ( che è già qui).
    Domenica 2 gennaio, a pranzo, avrò da me tutti e mi pare di  morire di gioia.
    Ci saranno anche mio figlio, mia nuora, e le nipotine e la mamma di mia nuora…
    Grazie, della fortuna:-)

  4. ..e assieme a te chiudo l'uscio del vecchio anno, per correre sul balcone di un Nuovo Cielo…quello del Nuovo Anno…
    Lassù danzano stelle lucenti, con la luna vestita da sera, in attesa che il sole abbia il suo  risveglio…
    Giù, dabbasso, vicino al giardino, accanto alla piccola macchia di acacie, vedi?…Facci ben caso…ci sono gnomi, folletti e giovani elfi che hanno mille anni…che vengono ad augurarci Felice Nuovo Anno …

    Ecco, questo è anche il mio augurio per te:-)

  5. …Stavo riflettendo sul diverso significato che le persone attribuiscono al desiderio di Felicità: secondo me, solo alcuni la desiderano davvero.
    La maggior parte, preferisce guardare a questo obiettivo come fosse un'Utopia…che provino un gusto, per quanto discutibile, a mantenere la distanza da qualcosa di così importante?

    La verità é che si può essere felici, e si deve anche esserlo, quantomeno per decenza nei confronti di chi, per essere almeno sereno/a, deve fare sforzi immensi.

    Chiarito questo, direi che il passo successivo é assumere la consapevolezza che per raggiungere la gioia bisogna fare qualcosa – o meglio – tutto ciò che è in nostro potere per raggiungerla.
    Non cade mica dal cielo, dipende da noi! e allora quali sono le nostre priorità? cosa ci fa stare bene?

    La paura non deve fermarci, i momenti difficili passano. Non sono una profeta, mi limito a dire come stanno le cose per come le vedo, per come vanno a me. La Fortuna, proprio non c'entra.

    Tu abbi il coraggio di essere come vuoi, agisci, fai quello che devi. Il resto, verrà.

    un augurio di cuore per questo nuovo anno: che sia come lo desideri

    un'Anonima Viaggiatrice
    (www.colcuorealtrove.blogspot.com)

    PS: "perché anche se è importante non riesci a perdonare, a superare un rancore…" : è qualcosa che condividiamo

    PPS: ma sei Toro anche tu, giusto? dai che questo è il nostro anno, parola di tutti gli astrologi! 😉

  6. Inflaziono troppo, con la mia presenza nel tuo blog?
    Lo faccio anche oggi e scusami…poi passerò molto meno spesso:-)

    ( fuori tema)

    …tra merletti disegnati da fiocchi di neve su rami d'abete, si alza in volo la capinera che va a trovare i colori nella foresta abitata da gnomi e folletti…

    ASCOLTA.

  7. Non scrivere troppo sulla moleskine che poi finisci come me a scrivere poco qui. Sarebbe un peccato.

  8. Alla fine, l’hai riempito il Moleskine?
    Io c’ho messo un po’ per finire il mio… circa 5 anni…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: