Basta la solitudine

Volevo tempo per me. Stare a casa da sola.
Oggi è un giorno di festa, importante. Un giorno di libertà.
Di libertà, però, poco ho sentito.
I pensieri li ho tenuti nascosti dentro me, e il sorriso sulle labbra l’ho lasciato come biglietto da visita per ogni cosa.
Eppure questa giornata doveva essere diversa.
Leggera.
Libera.

Il tempo per me non c’è.
E mi sento egoista, lo so, però ho bisogno di parlarne.
Ho bisogno di me e solo di me, perché gli altri sono troppo occupati a pensare a se stessi, e non ho voglia di disturbare. Mi sento egoista, lo so, però non posso nascondere che oggi mi BASTAVA la solitudine.
 
… che oggi non avevo voglia di ascoltare per ore i problemi degli altri. Non avevo voglia di ricevere tre telefonate di “richiesta di aiuto”.
 
Certe volte l’aiuto lo vorrei io.
Vorrei che mi chiedessero come sto veramente, e vorrei togliere il sorriso stampato sul viso.
Vorrei essere consigliata e non sentirmi sempre la persona di fiducia che ti soccorre quando stai per cadere.
E vorrei si capisse che i ruoli NON sono sempre determinati dal carattere di una persona.
Oggi  il ruolo della ragazza forte non lo sento mio, non mi si cucisce addosso.
Perché ho bisogno di essere coccolata e ascoltata.
E vorrei ottimismo.
Sento un peso troppo grande.

E dato che tutto questo manca, mi accontento di silenzio.

[La prossima volta spengo il telefono].

Annunci

4 commenti to “Basta la solitudine”

  1. è una sensazione che conosco… purtroppo quando ci si dimostra forti e sempre pronti ad aiutare chi ha bisogno di una mano tesa o di una parola di confortogli altri  si abituano a contare su di noi e falsamente pensano che oi si sia immuni da probblemi o momenti di sconforto e così non vedono.. e non ascoltano.. e quando questo accade volersi ritirare nel silenzio per  evitare che gli altri ci facciano carico dei loro problemi è umano è giustoti dico però anche un'altra cosa che spesso siamo noi a tacere e a non chiederlo ed esternarlo questo bisogno di essere ascoltati e coccolatiquindi apriti e non aver timore a farlo.. io intanto anche se solo virtualeun abbraccio forte e un bacio te lo lascio

  2. ma, forse, l'egoismo è un'altra cosa…

  3. …E' che è più facile, accettare il gioco delle parti.Soprattutto quando sei tu ad essere quella che da, mentre gli altri ricevono, perché sono deboli, fragili.Ma arriva sempre il giorno in cui ci accorgiamo di non essere Ercole.E fa strano, rendersene conto: perché pare stupido sentirsi piccoli quando tutti ti conoscono come la roccia a cui aggrapparsi.Ma ognuno ha il suo giorno di dolore e allora non resta che farci compagnia, se nessuno sa leggerci dentro.["menomale che ci sono, altrimenti sarei solo" – Niccolò Fabi]BUONA VITAun'AnonimaViaggiatrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: