Il cervello sciopera

Le persone che amiamo, che frequentiamo continuamente, che incontriamo abitualmente, crediamo di conoscerle; ma cosa sappiamo veramente di loro? Quasi niente, in realtà …

P. Assouline, La cliente

Ho perso la cognizione del tempo. Mi sembra che questi mesi siano trascorsi senza di me.
Febbraio è stato un mese intenso tra esami e scadenze da rispettare, e ora mi chiedo come ho fatto a preparare gli ultimi tre esami, la partecipazione al concorso Bocconi e uscire senza troppi problemi.
È stato un mese di film visti al cinema, una serata al circo senza pagliacci e sfilate di carnevale con maschere che si divertivano e io che guardavo invidiosa.
Sono stati giorni ansiosi per via degli esami che non mi facevano dormire, ma anche giorni in cui ho letto tanti libri che ora tengo nel cuore. 

Sono riuscita a rispettare la promessa di estendere i miei gusti letterari su nuovi versanti – sconosciuti e amabili – e nello stesso tempo è stato bellissimo preparare il progetto per il concorso Bocconi. 
Poi la vittoria, la sorpresa, la cattiveria di chi si vuole prendere meriti che non ha.


mandorlo

È arrivato Marzo e di primavera nessun profumo.
Ogni mattina uno stage poco soddisfacente, ma comunque utile per imparare qualcosa.
E di nuovo l’ansia per l’ultimo esame da sostenere, la voglia di finire, tutti i momenti mancati.
I turni persi in bottega e i pomeriggi a casa di Luisa impegnandoci per non fare merenda. Poi la visita medica e un esito inaspettato, non voluto, debolmente scacciato dalla mente con uno sfrenato ottimismo.
In questi due weekend è stato un sollievo non mettere la sveglia, perché non capitava da lunghi anni.
Le settimane di marzo sono state più leggere perché ho "finito" di studiare, ma non lo sono state tra visite, risonanza, dolori che hanno rovinato tutto, e hanno permesso al tempo di correre troppo veloce.

Ora arriveranno altri mesi importanti e mi chiedo perché non li aspetto e mi sento indifferente a tutto ciò che mi circonda.

È ufficiale che ho spento il cervello, per tutto e tutti.

 

Annunci

14 commenti to “Il cervello sciopera”

  1. Leggere dei tuoi successi mi accende il sorriso anche se non dovrei. Le tue parole grondano tristezza e sono qui ora a chiedermi il perchè.Sei stata prosciugata dal sapere da crearti addirittura un corto?Per questo basterà lasciare che il tuo cervello riposi beato e tornerà come nuovo, te lo assicuro!Se ti riferisci all'esito della risonanza spero che affrontando il problema alla radice (cambiando ortopedico, magari!?!) tu possa ritornare a sorridere.Essere medico è una vocazione che pochi hanno. L'ho sperimentato con mia madre ed è stato un incubo che per fortuna ha avuto termine trovando quello giusto.Se invece dipende dal cuore temo che la questione sia più complicata.Ogni amore è un caso a parte. Viverlo tagliando le onde quando si ingrossano è l'unica regola che ho sempre seguito.un abbracciops: congratulazioni per lo studio. Brava, bravissima 🙂

  2. si, ma… domani è (cmq) un altro giorno.e (non per niente) il sole esiste per tutti.

  3. * musa01: Nelle mie parole c'è tristezza, si, perchè è così che mi sento in questi giorni. L'amore cara non c'entra in questo post, se non quello che provo per me stessa. Per i medici ancora non ho avuto la sfortuna di imbattermi in problemi/abbagli, e mi ritengo molto fortunata per questo. E c'è la mia famiglia che mi coccola come solo lei può fare * Duca: Perchè in silenzio? non sia mai ….* JeanLoupVerdier: Così non vale: "il sole esiste per tutti" è una delle mie canzoni preferite. 

  4. E' vero quello che mi hai scritto ma si tratta di due lei differenti e la prima, quella per la quale ho aperto il blog, fa parte del passato. E' quella attuale invece che mi fa star male ma non ha colpa.Complimenti per i tuoi studi! Certo, non è ancora finita ma almeno puoi rilassarti un pò e mettere ordine tra i tuoi progetti.La risonanza… dove? Che è successo?

  5. il mio di cervello è ancora nel cellophan… (volevo sdrammatizzare, rileggendoti dopo un po'… sono rimasto senza parole)un abbraccio

  6.  

     

    * topperblog: Si, avevo capito parlassi di due ragazze diverse, ma consiglio comunque di "rivoltare" un pò la tua vita.Ho fatto la risonanza al ginocchio, problemi alla rotula, purtroppo. * Rebowsky: Perché rileggendomi sei rimasto senza parole? cehhhh … 🙂

  7. sono felice di leggere che i tuoi sforzi e sacrifici per riuscire negli esami ti hanno ripagata, mi spiace per i problemi al ginocchio che spero si risolvano presto e nel migliore dei modiun abbraccioe mi raccomando sorridi.. anche se non ne hai voglia.un sorriso scalda chi lo dona e chi lo riceve e ci fa affrontare meglio le vicesssitudini

  8. Inizio col dire che mi è piaciuta molto la citazione che hai riportato, è concreta, reale, non so se sia un bene o un male ma comunque quello che penso spesso è proprio che a volte crediamo di conoscere le persone che ci circondano, poi succede che un giorno ci stupiscono, un altro ci deludono, un altro ancora confermano quello che pensiamo di loro, ma comunque non si smette mai di imparare. Per quanto riguarda il tuo percorso universitario che dire, sono molto contenta per te che sia quasi giunto al termine, banale dire che gli esami non finiscono mai, ma goditi a pieno questi momenti, problemi e scocciature permettendo; ho sempre pensato che non esista nulla di piu appagante del lavoro portato a termine :). Per il ginocchio tieni duro il piu possibile e fatti coccolare tanto, vedrai che andrà tutto bene, si supera tutto, il nostro corpo è incredibilmente forte!Ti abbraccio!

  9. Il mio sincero augurio di Buona Pasqua

    (cliccare sulla immagine o tastierina e aprire il file)

  10. Mi spiace per la salute, spero niente di grave e che si possa risolvere presto così potrai goderti questo momento senza libri. Un salutone!

  11. Ogni tanto spegnere il cervello fa bene… Io lo feci anni fa… Ora non trovo l'interruttore… Sai mica dirmi dove cercarlo?! :DMa… Sul tuo commento, una botta di buffoni ai rossoneri ci sta sempre… E pure ai giallorossi! XD Scherzo!!! 😀 Ora mi lincia…

  12. Hai spento il cervello: forse, ne hai solo Bisogno.E allora è giusto assecondarsi, tanto le Cose trovano sempre il loro modo di andare per il verso giusto.Condivido questo stesso stato di "assenza a se stessi": non ci sono nemmeno io, non capisco bene. A volte il tempo è pesante perchè intriso di un passato che voglio solo scordare.Altre volte, vorrei mettermi a correre per recuperare ciò che, inevitabilmente, sto perdendo.Ma non posso far nulla. Solo attendere che le lancette ricomincino a scorrere regolarmente.E questo momento, verrà. Io, mi auguro solo che giunga presto.BUONA VITAun'Anonima Viaggiatrice(www.colcuorealtrove.blogspot.com)

  13. ogni tanto è necessario!  😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: