# dei tempi andati

Vorrei scrivere ogni giorno ….
Vorrei averne il tempo.
… e immergermi in tutti i siti in cui sono iscritta, in tutti gli account che ho creato per motivi differenti.
Perché a controllare soltanto mi sento un’ospite di me stessa.
 
In questo periodo è già tanto se riesco a collegarmi ad internet.
Sto preparando un esame sull’interaction design e il web 2.0, e la prof ha pensato di farci pubblicare ogni lavoro, esperienza, o caso di studio su un blog.
Comico, vero?
Devo usare i blog per studiare. Eppure dovrebbe essere tempo libero.
Ora ogni cosa si rovescia, ogni momento della mia vita diventa ibrido.
Ẻ come sentirsi spoglia di idee, e per me è strano.
Non vedo l’ora di scrivere per il piacere di farlo, e non perché mi è stato commissionato, richiesto, ordinato. NON VOGLIO SCRIVERE per dovere, mi fa sentire “schiava”, incatenata a qualcosa da compiere.
NON VOGLIO SCRIVERE per gli altri.
Punto.
 
Voglio essere scalza & libera come sono sempre stata!

Annunci

11 commenti to “# dei tempi andati”

  1. Porta pazienza e stringi i denti ancora un pò…poi vedrai che sari nuovamente libera di impiegare il tuo tempo (ed il tuo blog!) nella maniera che ritieni migliore 🙂 Un abbraccio!

  2. Anch’io ho duecento account e il colmo è che nemmeno me li ricordo tutti 🙂
    Comunque, alla fine si scrive quando c’è bisogno, può essere più volte al giorno, può essere dopo mesi, per cazzate o cose importanti, l’importante è che vada a te.
    Non dirmi che ti senti schiava perchè mi viene da ridere ahahah (ma è un’altra storia…)
    Ciao 🙂

  3.  * Tzugumi: Si, sto stringendo i denti aspettando "post" migliori. 

    * Morgana7869: E’ vero, non si scrive solo per profondità, o per sfogarsi. Ci vuole un po’ di tutto. Ciò che conta, alla fine, è scrivere. 

  4. E pensare che prima stavo sempre sul blog ma da quando Facebook ha avuto la meglio mi prende un po’ male vedere i post degli amici chiusi o non aggiornati da un anno e di conseguenza anche io lo sto trascurando. La mia attività sul blog è stata piena di stimoli e ogni volta avevo in mente cosa scrivere… adesso faccio molta più fatica a trovare la fantasia per aggiornare spesso ma non riesco ad abbandonarlo, non ancora. Penso che sia comunque il miglior modo di socializzare e conoscere gli altri tra tutti i social media. In bocca al lupo per l’esame… dai, sembra interessante come materia.

  5. Come ti capisco cara… anche se una cosa ti pice farla quando ti viene impsta o sei costretta a farla non è la stessa cosa…
    Buona serata

  6. * Artemisia1975: Anche a me dispiace vedere i miei amici blogger che hanno chiuso il blog o che non scrivono quasi mai. E poi che tristezza vedere che nessuno ti commenta. Non è per il commento in sè, e perchè sembra che le persone non abbiano più voglia di leggere cose più lunghe di una frase. Ormai si sta solo su facebook e twitter. Io sto in tutti i social network, ma la bellezza di un blog è IMPAGABILE.
     
    * FimoDesigner: Hai colto nel sogno. 🙂 

  7. beh sentiti libera di scrivere nei tempi e nei modi a te piu adatti, più conformi al momento, al tempo che stai vivendo..ogni cosa scorre in maniera naturale..e riguardo al lavoro che stai facendo prendila da un altro verso, nel senso che "studiandolo" magari puoi capire cose diverse perchè non sei coinvolta in prima persona, come sul blog..vedere internet come realtà esterna. BEllo che ogni tanto aggiorni, ormai i blog sono diventati quasi territorio morto..per via di fb, e anche io non aggiorno piu come un tempo perchè mi sembra di fare un "monologo". Ma quando ho l’estro appunto..scrivo pure io, perchè il blog è una sorta di diario, e facebook è fatto principalmente di cavolate..un bacione e grazie ancora per la visita!

  8. La Vita a volte ci beffeggia.
    Semplicemente, si prende gioco di noi, buttandoci in sensazioni che ci paiono assurde, tragicomiche.

    Ma tutto passa, ed ogni momento si dimentica perchè si tramuta in qualcos’altro.

    Io son presa, in questi giorni, a vivere una storia assurda e senza senso, logorante ancor prima di nascere.

    Che ne sarà di questi giorni? Li ricorderò?
    Perché so che passeranno
    e allora forse tornerò a leggere le mie parole per rivivere le sensazioni di immensità, assurdità, follia, paura e piacere che oggi vivo.

    Buona Vita
    un’anonima Viaggiatrice

  9. Scrivere per impegno di studio è una cosa ben precisa e limitata e pertanto, sotto questa ottica, non dovrebbe rappresentare particolarmente un peso.
    Per il resto, concordo che si debba scrivere per piacere personale:-)

  10.  So che è difficile ma di solito si esce da queste situazioni cercando di conciliare l’utile e il dilettevole, ami scrivere normalmente? Allora fallo. Di certo non avrà lo stesso "gusto", ma comunque potrai viverlo con spirito diverso. Dopo ti sentirai ancora piu libera è scalza, questo è sicuro: non c’è niente di più liberatorio del lavoro compiuto 😉 a presto

  11. Sembra un periodo comune… Alla mia assenza s’è aggiunta una parte mistica a frenarmi e a rendermi più riflessivo e interessato ad alcune cose che tolgono tempo ad altre… No, non sono un rebus, ma io un pò mi invidio! 😀 Ahahah…. Buon inizio settimana! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: